Dirotta da Noi

Via Mar della Cina, 183 - 00144 Roma
Telefono: +39 06 5220.6401

I nostri orari:
lunedì - venerdì 09:30–13:30, 14:30–18:30
sabato - domenica Chiuso

Tour Reggio Emilia

Tour Emilia Romagna

    Prenota il tuo viaggio di gruppo Lungo la Via Emilia alle migliori tariffe! Sul nostro sito, troverai tutte le offerte selezionate da noi, per poterti garantire il comfort più assoluto con un ottimo rapporto qualità prezzo! 

Prenota in sicurezza

Assistenza e Garanzia dal 1997

Garantiamo la tua vacanza dalla prenotazione al tuo rientro. Prenota in totale sicurezza e alle migliori condizioni economiche. Il 98% dei clienti ci consiglia come Eccellente.

1^ DATA: Dal 24 al 27 Marzo 2022 (4 giorni/3 notti)

2^ DATA: Dal 13 al 16 Ottobre 2022 (4 giorni/3 notti)

SCARICA IL PROGRAMMA IN PDF 

1° giorno: ROMA – SPILAMBERTO - REGGIO EMILIA

Appuntamento con Sigg.ri partecipanti in luogo ed ora da convenire e partenza in autopullman G/T. Sosta lungo la percorrenza per il light lunch libero. Nel primo pomeriggio arrivo a Spilamberto, borgo nei pressi di Modena, appoggiato sulla riva sinistra del Panaro e le cui prime notizie risalgono all’VIII secolo. Una visita nel centro storico ci farà scoprire i molti luoghi d’interesse storico ed architettonico. La prima sosta sarà alla Rocca Rangoni, appartenuta per oltre 650 anni ai marchesi e riportata recentemente all’originale bellezza da un accurato restauro; la Rocca ora ospita nel Cortile d’onore la “Corte del gusto”, luogo di valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche del territorio. Proseguiremo lungo la via Obici e raggiungeremo il Palazzo Rangoni e il Portico del Paviglione, antica e lussuosa residenza dei marchesi, prima che si trasferissero alla Rocca,  di cui rimane una parte sostenuta da un porticato sotto il quale si svolgevano nel ‘500 le attività legate alla seta. Simbolo della città è il Torrione, il complesso medievale posto all’ingresso principale e costruito a ridosso delle mura di cinta del ‘300. Una delle stanze ai piani alti della torre ha ospitato le prigioni con gli stemmi dei Rangoni e attualmente ospita un piccolo, ma interessante, Antiquarium e la sede dell’Ordine del Nocino Modenese. Si potrà visitare anche la cella di Messer Filippo, il fantasma più famoso del borgo. Giungeremo poi alla sede del Museo dell’aceto tradizionale balsamico di Modena, la cui storia e produzione è indissolubilmente legata al territorio modenese. Assisteremo ad un cortometraggio che illustrerà le fasi più importanti della produzione e le proprietà organolettiche del balsamico. Entreremo poi nell’acetaia dove verrà illustrato il passaggio del mosto dalle botti più grandi a quelle più piccole, un processo che dura circa 25 anni. Riprenderemo il nostro autopullman per raggiungere Reggio Emilia, il cui biglietto di presentazione appare già dall’uscita autostradale, con la Stazione dell’alta velocità Mediopadana e le Vele, ossia tre viadotti a firma della grande archistar Santiago Calatrava. Arrivo in hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

2° giorno: PARMA CAPITALE DELLA CULTURA 2021

Dopo la prima colazione partenza alla volta di Parma e arrivo sul lungofiume, dove scenderemo per la nostra visita. Passeremo sotto le volte del monumentale Palazzo della Pilotta per raggiungere via Melloni dove si entra nel Giardino di San Paolo, giardino dell’antico convento delle suore benedettine. Qui potremo vedere la Camera di San Paolo in cui Correggio trasformò il soffitto in un pergolato dove si intrecciano nastri rosa e frutta, vivaci puttini e figurazioni classiche. Passeremo davanti al Teatro Regio, voluto da Maria Luigia ed inaugurato nel 1829. Parma è città d’arte e del buon cibo, ma anche della musica e del teatro. Oltre al binomio Parma-Verdi, c’è la casa natale di Arturo Toscanini e città del grande Luciano Pavarotti. Poco distante ammireremo la Basilica di Santa Maria della Steccata, che fu la prima chiesa a pianta centrale della città e risalente al ‘500. La cupola fu affrescata da Bernardino Gatti ed il grande arcone sopra l’altare maggiore è uno dei capolavori del grande Parmigianino, che vi affrescò “le vergini sagge e le vergini stolte”. Si prosegue per raggiungere Piazza del Duomo, la piazza più famosa e rappresentativa di Parma. La nostra visita inizierà con il Duomo, uno degli edifici romanico-padani più rappresentativi del periodo. La decorazione interna presenta opere scultoree di notevole interesse, come la Deposizione di Benedetto Antelami. Tra il 1525 e il ’30 il Correggio dipinse la cupola, uno dei capolavori dell’arte pittorica italiana del ‘500, con l’Assunzione della Vergine in un vorticoso moto ascendentale di tutti i protagonisti. A lato del Duomo sorge il Battistero, edificio simbolo del trapasso dal tardo romanico al gotico, rivestito da marmo rosa di Verona e che rappresenta una delle più alte espressioni dell’arte scultorea italiana. L’ultima tappa sarà Piazza Garibaldi, su cui si affacciano il Municipio, la Chiesa di San Pietro ed il Palazzo del Governatore, luogo pulsante della città, ritrovo preferito dei parmigiani che frequentano i numerosi bar, caffè e osterie. Light lunch libero e tempo a disposizione per  curiosare  nelle  botteghe, magari  per riscoprire  la  famosa  “violetta  di Parma” di Borsari. Ci ritroveremo all’ingresso del Palazzo della Pilotta. Qui ci attende la guida locale, per la visita degli interni del vasto complesso di edifici costruiti tra il ’500 ed il ‘600 dai Farnese che ora ospita il Museo archeologico, la Galleria Nazionale e la Biblioteca Nazionale, con ricche collezioni di piccoli e grandi tesori. Quest'ultima, istituita dai duchi di Parma, ospita oggi la Galleria Nazionale con un’importante quadreria che comprende: la scuola emiliana del XV e XVI secolo con opere di Correggio, Parmigianino e Mazzola, la maniera italiana con Bronzino, Domenichino e Tintoretto. E poi “La scapigliata” attribuita a Leonardo, la “Schiava turca” di Parmigianino e El Greco, Van Dyck e Paolo Veneziano. Un portone monumentale in legno dipinto ci introduce al Teatro: un ambiente spettacolare che conserva ancora oggi il ricordo della fastosa vita di corte. Terminata la visita riprenderemo il nostro mezzo che ci riaccompagnerà in hotel per la cena ed il pernottamento.

3° giorno: REGGIO EMILIA - SASSUOLO

Dopo la prima colazione ci dirigeremo in centro e scenderemo nei pressi del Parco del Popolo, il polmone verde della città e poi giungeremo al Santuario della Madonna della Ghiara, uno dei più antichi santuari mariani d’Italia, la cui immagine miracolosa compì il suo primo miracolo nel 1596. A seguito di questo miracolo e l’afflusso sempre maggiore di pellegrini, il piccolo oratorio si trasformò nell’attuale santuario, inaugurato dai duchi estensi l’anno successivo. Alla decorazione degli interni contribuirono i migliori artisti emiliani dei primi del ‘600, tra cui Guercino, Palma il Giovane, Ludovico Carracci e tanti altri. Il critico d’arte Federico Zeri ha definito il ciclo di affreschi “il più importante monumento del manierismo italiano”. Proseguiremo poi per Piazza Prampolini, meglio conosciuta come Piazza Grande, dove ai quattro lati si trovano alcune delle principali attrazioni della città. Il Duomo dedicato a Santa Maria Assunta ha una facciata curiosa ed incompiuta e quindi spaccata in due parti e sovrastata da un campanile ottagonale. L’elemento più interessante dell’interno è la cripta del XII secolo. Sul lato corto il Palazzo del Monte di Pietà, con la Torre campanaria e sull’altro lato corto c’è il Palazzo del Municipio con la Sala del Tricolore, il luogo dove nel 1797 nacque la bandiera italiana. Nei due piani superiori il piccolo, ma interessantissimo Museo che racconta tutte le vicissitudini del nostro tricolore: A poca distanza la Torre del Bordello e poi la vicina Piazza Piccola, il pittoresco vicolo del Broletto che porta a Piazza San Prospero, dove si trova la Basilica dedicata al protettore della città. Tempo a disposizione per un light lunch libero. Nel primo pomeriggio riprenderemo la città di Sassuolo, uno dei più importanti centri industriali dell’Emilia, capoluogo del cosiddetto Comprensorio ceramico e capitale delle piastrelle. Nel 1634 Francesco I d’Este trasforma un castello in una lussuosa residenza estiva. Il Palazzo Ducale di Sassuolo rappresenta un gioiello della cultura barocca dell’Italia settentrionale ed è chiamata “delizia”, per la sua architettura impreziosita da fontane e circondata da spazi verdi. Dallo Scalone d’onore si accede al piano nobile, dove si visitano gli appartamenti ducali. Nel giardino si trova la Peschiera per l’allevamento ittico, una vasca realizzata in materiale tufaceo. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

4° giorno: MODENA  – ROMA

Prima colazione in hotel e partenza. Arrivo a Modena, città a misura d’uomo, il cui centro gravita intorno alla via Emilia, che ci ricorda la sua antica fondazione romana per passare poi alla grandezza degli Este, grazie ai quali la città divenne capitale di stato alla fine del ‘500. Emblema di questa magnificenza è il Palazzo Ducale, dimora storica del ducato per più di due secoli e oggi sede dell’Accademia militare. Il Palazzo si affaccia sulla monumentale Piazza Roma, con le sue fontane, i giochi d’acqua e le sue panchine di marmo. Con una piacevole passeggiata raggiungeremo la spettacolare Piazza Grande, splendidamente incorniciata dalla Ghirlandina, il Palazzo Comunale e il Duomo, il vero cuore della città fin dal tempo dei tempi, quando era adibita a mercato e luogo d’incontro dei cittadini, dichiarata nel 1997 Patrimonio Unesco. Il Duomo, splendido esempio di arte romanica, ospita incredibili sculture e decorazioni in marmo: esseri fantastici, animali esotici e forme naturali popolano i capitelli, le porte e il perimetro dell’intero edificio. Di fianco sorge la Ghirlandina, la leggiadra torre simbolo della città e per i modenesi una specie di faro, un punto di riferimento. Riprenderemo il nostro mezzo per proseguire la percorrenza autostradale e sosta per un light lunch libero. Arrivo a Roma previsto in prima serata.

Informazioni Utili

SUPPLEMENTI E RIDUZIONI

Supplemento camera Singola € 110

HOTEL

Hotel 4* BW Classic Reggio Emilia dotato di tutti i comfort, situato in posizione strategica per l'itinerario, o similare

AUTOPULLMAN G/T

Pullman G/T locale dotato di tutti i confort. Posti pullman in 1^ e 2^ fila € 40 per persona

NOTE

Itinerario Per motivi organizzativi l’ordine delle visite potrebbe essere modificato mantenendo inalterato il contenuto del viaggio. Eventuali escursioni e/o manifestazioni potranno subire adattamenti/sostituzioni. Problemi alimentari vanno segnalati all’atto della prenotazione. Sarà nostra cura ottenere la disponibilità dai ristoratori. L'attuale Legislazione Italiana/Estera se prevede l’applicazione della City Tax, sarà da pagare in loco  a carico dei partecipanti.

Protocollo di Viaggio: Il tour e’ stato predisposto in osservanza a tutte le normative Governative per emergenza COVID-19; i posti pullman saranno assegnati con il distanziamento previsto ovvero vicini i familiari/conviventi e con distanziamento dagli altri partecipanti. Stessa normativa e’ stata prevista in Sala Ristorante e nelle comuni attività. Ad ogni salita/discesa sull’Autopullman G/T verrà misurata la temperatura di ciascun partecipante. Come da nuovo Decreto Legge n. 127 del 21 settembre 2021, per la partecipazione al viaggio, è richiesto l'obbligo del Green Pass.

GARANZIE DIROTTA DA NOI TOUR

Assistenza continua e dedicata durante il viaggio
Accompagnatore Dirotta da Noi Tour

LA QUOTA COMPRENDE

  • Autopullman G/T per tutta la durata del viaggio
  • Sistemazione in hotel 4* a Reggio Emilia nelle camere riservate
  • Trattamento di mezza pensione in hotel dalla cena del 1° giorno alla 1^ colazione dell' ultimo
  • Bevande incluse (acqua mineral. e vino locale)
  • Visita accompagnata del Torrione a Spilamberto il 1° giorno
  • Visita guidata del Museo dell'Aceto Balsamico di Modena e all'acetaia il 1° giorno
  • Ingresso al Duomo e al Battistero di Parma il 2° giorno
  • Ingresso e visita con guida locale del Palazzo della Pilotta di Parma il 2° giorno
  • Ingresso e visita con guida locale del Palazzo Ducale di Sassuolo il 3° giorno
  • Visite ed escursioni come da itinerario
  • Tour guide system per tutto l' itinerario
  • Accompagnatrice Dirotta Da Noi Tour per tutta la durata del viaggio
  • Vacanza Sicura ed Annullamento viaggio (incluso emergenza COVID-19)

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Pasti e bevande non menzionati
  • Spese apertura pratica € 50 per camera
  • Ingressi a musei e/o siti storici non elencati nel "la quota comprende"
  • Extra di natura personale e tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

 

Un territorio ricco di monumenti e memoria storica, offre un mondo tutto da scoprire fatto di paesaggi affascinanti, enogastronomia e itinerari da percorrere, questa è la provincia di Reggio Emilia.  Incastonata tra la Via Emilia, che ne individua il suo centro storico e tagliata da Via Roma, altro asse generatore della antica città romana, Reggio Emilia è una città d’arte con un grande patrimonio artistico, storico e di forte tradizione culturale che trapela da ogni angolo. La visita della città può iniziare da Piazza del Monte, dove risiede il Palazzo del Monte di Pietà; nell’adiacente Piazza Camillo Prampolini, cuore della città, risiedono i più importanti edifici civili e religiosi, con la statua del Cròstolo, dedicata ad un torrente che scorre nel territorio della provincia.  Il Duomo si erge sulla piazza con la sua facciata incompiuta ed è ricco di opere d’arte all’interno, tra cui la seicentesca Cacciata dei Profani dal tempio di Orazio Talami. Chiese, musei, palazzi, gallerie storiche, Reggio Emilia è un pullulare di  bellezze da non perdere così come il Teatro Municipale Valli, centro della vita culturale della città e oggi intitolato all’attore reggiano Romolo Valli. Un sapore forte della zona è quello dell’aceto balsamico, prodotto nelle province di Modena e Reggio Emilia. L'aceto balsamico tradizionale si ottiene tramite semplice fermentazione del mosto cotto, di particolari uve provenienti dal territorio di Reggio Emilia. Il segreto, però, sta nell'invecchiamento che si protrae dentro botticelle di legni differenti che conferiscono ognuno una nota particolare. Ne risulta un prodotto straordinario e complesso, dal prezioso e variegato utilizzo in cucina.