Dirotta da Noi

Via Mar della Cina, 183 - 00144 Roma
Telefono: +39 06 5220.6401

I nostri orari:
lunedì - venerdì 09:30–13:30, 14:30–18:30
sabato - domenica Chiuso

Altavilla Milicia, il palcoscenico naturale tra i più belli di tutta la Sicilia

Altavilla Milicia è una bellezza unica a pochi chilometri da Palermo. Una realtà delle località balneari più di rilievo della costa nord della Sicilia. Con i suoi paesaggi naturalistici di rinomata bellezza ed eleganza, e i luoghi ricci di monumenti storici che fanno da cornice ai panorami mozzafiato, Altavilla Milicia, con il tempo è diventata una vera e propria bomboniera naturale.

le nostre strutture

Altavilla Milicia

Altavilla Milicia Hotel Tonnara Trabia

L' Hotel Tonnara Trabia è situato a Trabia, nei pressi di Altavilla Milicia. La struttura dista 32 km da Palermo e 40 ...

€ 900 € 450

vedi dettagli
Altavilla Milicia Torre Normanna Resort

Il Torre Normanna Resort offre ai suoi clienti tranquillità, cortesia, un ambiente esclusivo, un servizio eccellente...

€ 1.120 € 770

vedi dettagli

Qualche informazione aggiuntiva

Altavilla Milicia

Altavilla Milicia gode di una posizione sopraelevata rispetto alla costa, che consente di poter godere di paesaggi e scenari mozzafiato, con tramonti unici e albe spettacolari. Da Altavilla Milicia è possibile ammirare in lontananza le Isole Eolie che con il loro profilo rendono il panorama ammirato ancora più perfetto per sognare ad occhi aperti. Ad Altavilla Milicia si possono visitare molti monumenti come il Santuario della Madonna Milicia, la cui costruzione risale al Quattrocento, circa due secoli prima della fondazione della città stessa. Da questo preciso punto della cittadina la vista è impagabile, si riesce a scorgere Cefalù e regala una vista emozionante sul golfo di Termini Imerese, fino a Capo Zafferano

Potrebbe interessarti

Alcune curiosità

La località di Altavilla Milicia vide la luce nel 1621, quando la Sicilia si trovava sotto il dominio spagnolo e Francesco Maria Beccadelli di Bologna, chiese ed ottenne dall'allora sovrano Filippo III la "licentia populandi", ossia l'autorizzazione a bonificare la terra di Alta Villa. Il nome Milicia potrebbe dericare da Melichios (dolce) e potrebbe riferirsi alla coltivazione delle canne da zucchero. Il popolo di Altavilla Milicia è molto legato alle tradizioni e alle leggende localicali, la più famosa è quella legata al ritrovamento del dipinto della Madonna: si racconta che in un giorno in cui in mare si scatenò una tempesta impervia, una nave di pirati turchi non riuscì a mantenere la rotta. Sul loro galeone erano presenti il quadro della Madonna e San Francesco, bottino di alcune loro incursioni a terra. Alcuni pirati, credettero che la burrasca fosse una vendetta delle figure dipinte e tentarono di distruggere il quadro senza successo; così in preda al panico, decisero di buttarlo in mare. Improvvisamente il mare si calmò e tornò piatto e cheto, cullando il dipinto fino alla spiaggia. Dei contadini lo trovarono e lo caricarono sul loro carro tirato dai buoi. Improvvisamente le bestie si fermarono e si dice che è lì che sorse il Santuario della Madonna Milicia. A questo racconto è legata la festa che si tiene in città i primi di settembre che rievoca il trasporto del quadro da un carro trainato da buoi.